Rimini, piano manutenzione strade da 1 milione. ‘Consapevoli di scontentare qualcuno’

L’assessore Mattia Morolli motiva le scelte fatte

Cantieri Rimini Morolli Torre Pedrera Viserba Viserbella

Un milione di euro per sistemare alcune tratti della rete viaria del comune di Rimini, un piano di intervento che sarà finanziato da una variazione al bilancio da sottoporre al vaglio del consiglio comunale a fine novembre. L'assessore ai lavori pubblici Mattia Morolli esprime soddisfazione, ma è anche consapevole che le scelte fatte porteranno inevitabilmente a qualche malumore. L'amministrazione comunale, nel selezionare le vie interessate, ha valutato lo stato della pavimentazione, ha raccolto le segnalazioni dei cittadini, ma anche guardato in prima persona alle strade più utilizzate dai riminesi, con sopralluoghi svolti sul campo dall'assessore Morolli assieme ai tecnici comunali e al personale di Anthea. "I lavori pubblici vanno a braccetto con la mobilità, con i servizi scolastici. La scelta è stata fatta ragionando sui luoghi in cui i riminesi passano e nei luoghi in cui vivono, in cui vivono le loro attività", evidenzia l'assessore Morolli, che cita ad esempio "La via Prampolini che collega la via Sozzi di Viserba alla viabilità legata al polo scolastico". Attenzione anche ai luoghi popolosi "Come l'Ina Casa, dove interverremo su un quadrante urbano: le vie Del Volontario, Mengoni e Sacconi". L'amministrazione comunale rassicura anche sull'attenzione per le periferie: "Non le abbandoniamo. Anche in questo pacchetto di interventi son contemplate, ad esempio interverremmo sulla Via Monte L’Abbate". 

Ad ogni modo con l'approvazione del bilancio di fine anno sarà programmata una seconda tranche di interventi. E non solo. Altri cantieri hanno avuto la stessa ratio dell'ultimo piano di manutenzione stradale licenziato dalla giunta: "Nel 2023 faremo un grosso intervento alla rotatoria Bigno: abbiamo notato un aumento del traffico nel weekend, grazie ai risultati positivi del Rimini Calcio e del basket. C'è più gente e quello è un luogo dove bisogna intervenire"

ric. gia.

Rispondi