Santarcangelo, nuova palestra alla Cittadella dello Sport: approvato il progetto

Il nuovo progetto, rivisto per far fronte all’incremento dei costi delle materie prime, avrà un carattere modulare

Come sarà la nuova palestra

Una struttura al servizio delle società sportive e delle famiglie di Santarcangelo: è la nuova palestra che sorgerà alla Cittadella dello Sport in via della Resistenza, per la quale la Giunta comunale ha approvato oggi (martedì 14 marzo) il progetto definitivo.
 
Il nuovo progetto, rivisto per far fronte all’incremento dei costi delle materie prime, avrà un carattere modulare: l’intervento approvato dalla Giunta, infatti, prevede la realizzazione di una palestra con tribuna, spogliatoi, locali per uffici e tutte le opere di completamento (viabilità accessoria e parcheggio) mentre il resto della struttura polifunzionale progettata inizialmente – per avere a disposizione campi regolamentari per altre discipline sportive – potrà essere realizzato successivamente senza modifiche a quanto già edificato.
 
In dettaglio, il progetto prevede la realizzazione di due blocchi adiacenti: uno destinato a servizi con spogliatoi, infermeria, impianti, uffici e locali di gestione, e un secondo per la palestra, con un campo regolamentare di pallavolo – disponibile anche per altre discipline sportive – e tribune per circa un centinaio di spettatori, su una superficie di 24 metri per 14, più grande della palestra della succursale Saffi della scuola media Franchini.
 
La struttura realizzata sarà all’avanguardia dal punto di vista energetico e neutra per impatto ambientale: gli edifici, infatti, saranno Nzeb (Nearly Zero Energy Building) ovvero con consumi prossimi allo zero, il che consentirà anche un notevole risparmio di gestione. Anche il consumo di suolo sarà azzerato, come previsto dal Pnrr: per compensare la realizzazione della nuova struttura, infatti, l’area compresa tra la nuova struttura e il pala SGR sarà de-impermeabilizzata.
 
La nuova palestra sarà collocata dietro l’area camper e il pala SGR, nello spazio precedentemente occupato dal campo di baseball. Per raggiungerla, verrà realizzata un accesso da via della Resistenza, oltre a migliorare la viabilità interna alla Cittadella dello Sport con vie di comunicazione dirette con le altre strutture presenti. Nell’occasione, inoltre, verranno realizzati 60 nuovi posti auto, a servizio non solo della nuova palestra ma di tutta la zona sportiva.
 
La ricollocazione dell’area lanci utilizzata dall’Atletica Rimini Nord e di uno dei campi da calcio a disposizione della società Young Santarcangelo – necessaria per la realizzazione della struttura – è in corso di definizione da parte degli uffici comunali e sarà portata avanti di pari passo con la prosecuzione dell’iter progettuale e amministrativo per la realizzazione della nuova palestra.
 
Il cronoprogramma del Pnrr per la realizzazione dell’opera, infatti, prevede entro marzo l’appalto integrato per l'affidamento congiunto della progettazione esecutiva e dell'esecuzione dei lavori – con la sottoscrizione del contratto entro luglio e l’approvazione del progetto esecutivo entro l’anno – mentre l’avvio dei lavori è previsto per inizio 2024. Le risorse, invece, provengono per 3 milioni e 882mila euro dal Pnrr (3 milioni e 530mila stanziati inizialmente, poi incrementati del 10% dal Governo a fronte dell’aumento dei costi), ai quali l’Amministrazione comunale ha aggiunto 316mila euro, per un totale di circa 4milioni e 200mila euro.
 
“L’aumento dei costi delle materie prime, coperto solo in minima parte dall’integrazione del contributo Pnrr, ci ha indotti a rivedere il progetto della nuova palestra, adottando un approccio modulare che consentirà di completare con stralci successivi la struttura polifunzionale ideata inizialmente” affermano la sindaca Alice Parma e la vice sindaca con delega ai Lavori pubblici, Pamela Fussi.
 
“Questo obiettivo potrà essere raggiunto anche attraverso un’operazione di project financing, attualmente al centro di una valutazione da parte degli uffici comunali che procederà nei prossimi mesi in parallelo all’avanzamento dell’opera verso la realizzazione. Nel frattempo, in ogni caso, società sportive e famiglie di Santarcangelo potranno contare su una nuova struttura che da tempo la città richiede – concludono sindaca e vice – per accompagnare la crescita dello sport con uno spazio in più, efficiente, moderno e pienamente integrato nel tessuto urbano”.

Rispondi