È una San Martino da record. Più di 100mila persone hanno scelto Santarcangelo nel weekend

Fiera di San Martino: la giornata di Sabato è stata uno dei picchi di presenze più alto degli ultimi anni

san martino drone

Una Fiera di San Martino dai grandi numeri nonostante il maltempo che ha penalizzato l’anteprima di giovedì e la serata di venerdì, oltre alle previsioni incerte per domenica. Più di 100mila le persone – stimano gli organizzatori – hanno partecipato alla manifestazione, con il culmine di sabato 11 novembre che ha fatto segnare uno dei picchi più alti di presenze per singola giornata degli ultimi anni.

Sul fronte del cibo, diversi punti ristoro e stand di prodotti tipici sono arrivati a esaurire le scorte nella serata di domenica, con un successo analogo per bar e ristoranti del centro. Grande interesse anche per il commercio, l’artigianato e le proposte creative, per l’Agricola in piazzale Francolini e per gli espositori delle attività del centro commerciale naturale, circa 50 in linea con le adesioni dello scorso anno. Dalla Pro Loco si conferma anche il grande successo dell’Osteria delle Tradizioni, gestita insieme ad Aceto Rosso, che sotto i portici di piazzale Francolini ha servito tra l’altro 160 kg di cappelletti, 80 kg di baccalà, 250 stinchi e 1.500 piadine.

san martino

Seguito eccezionale anche per la 24^ edizione del Palio della piada, che ha visto sfidarsi 37 partecipanti divisi nelle categorie bimbi, giovani e over. Vincitrice assoluta del Palio e della categoria over è stata Donatella Zaccaria, che ha ricevuto in premio mattarello, porta mattarello e un prosciutto che ha voluto donare al Centro sociale Franchini. Prima nella categoria giovani Chiara Giacomini, mentre il concorso la Pida di Bécch – dedicato alle piadinerie cittadine – ha visto trionfare la Piadineria dalla Quinta, che ha ricevuto in premio il sigillo con le corna, simbolo di San Martino, da imprimere sulle piadine oltre a una targa celebrativa.

Ancora la Pro Loco rileva l’ottimo riscontro per le visite guidate in dialetto, con 80 visitatori accompagnati dai volontari alla scoperta della Santarcangelo sotterranea. Molto bene, in generale, gli eventi culturali legati alla Fiera nel segno della tradizione, dal convegno sull’agricoltura organizzato da Coldiretti giovedì 9 novembre fino alle iniziative in piazza Ganganelli: dai burattini per i più piccoli alla veglia con i poeti dialettali, dalla serata dedicata ai buskers fino alla Sagra dei Cantastorie, seguita da centinaia di persone lungo la giornata di sabato 11 novembre.

“San Martino è una Fiera che vanta una tradizione plurisecolare, ma non per questo organizzarla significa ripetere sempre la stessa formula” dichiara la sindaca Alice Parma. “Al contrario, il nostro lavoro e quello degli organizzatori consiste nell’individuare ogni anno migliorie su aspetti come la convivenza tra l’evento e i residenti del capoluogo, l’impatto sulla viabilità e la gestione delle aree di sosta”.

“L’attenzione particolare dedicata ai residenti, con 400 posti auto riservati, la disponibilità di nuovi parcheggi e il potenziamento del servizio navetta sono solo alcuni aspetti che hanno consentito ai santarcangiolesi e ai visitatori di apprezzare al meglio la Fiera, al netto dei disagi inevitabili per un evento di questa portata. A rendere possibile tutto ciò, compresi gli eventi più amati come il Palio della piada e la Sagra dei Cantastorie, gli organizzatori di Blu Nautilus – conclude la sindaca – che ringraziamo insieme a tutti coloro che in questi giorni hanno lavorato per regalarci un’edizione della Fiera da ricordare”.

Per quanto che riguarda la logistica, gli organizzatori rilevano che le migliorie introdotte al piano parcheggi hanno dato i loro frutti: significativo l’apporto della nuova area di sosta da 400 posti presso l’ex Adriauto, che potrà essere ancora più utilizzata in futuro man mano che sarà più conosciuta dai visitatori. Bene anche le navette, in particolare quella della zona artigianale già consolidata negli scorsi anni, mentre il trasporto gratuito da via Costa è cresciuto grazie al nuovo capolinea più visibile e utilizzato.

La Polizia locale riferisce di un’edizione nella norma sul fronte della viabilità e della sicurezza stradale, senza criticità particolari. La Fiera ha impegnato 40 agenti di PL – 23 dell’Unione di Comuni Valmarecchia e 17 delle Polizie locali di Rimini, Riccione, Bellaria Igea-Marina, San Mauro Pascoli e Unione Rubicone Mare, in particolare nelle giornate di sabato e domenica – suddivisi in tre turni fin da giovedì 9, in modo da garantire la presenza costante di due pattuglie appiedate nell’area della Fiera e almeno due in auto all’esterno.

L’attività relativa alla viabilità si è concentrata, soprattutto nei due giorni di maggiore afflusso, lungo le vie Emilia e Tosi, all’incrocio Pedrignone/Braschi monitorato con presidio fisso per consentire l’accesso all’ospedale ai veicoli di emergenza, così come tutte le vie d’accesso alla Fiera, comprese le uscite di sicurezza del luna park. Su 157 interventi effettuati – quasi tutti legati a problematiche di viabilità e sosta – la Polizia locale ha rilevato tre incidenti stradali, di cui due con feriti: in uno di questi, il veicolo responsabile non si è fermato a prestare soccorso, ma è stato identificato dalla PL prima di potersi dare alla fuga.

1 commento su “È una San Martino da record. Più di 100mila persone hanno scelto Santarcangelo nel weekend”

Rispondi